Festa dell'Assunta in Via Tamarix - tradizioni di una festa

Il 15 Agosto la Chiesa cattolica celebra la festa della "Assunzione della Beata Vergine Maria". Era il 1 Novembre 1950 quando il papa Pio XII proclamò la dottrina rivelata inconfutabile che Maria sia stata assunta al Cielo in anima e corpo.

Questo dogma di fede,  si contrappone alla concretezza e alla cultura dei nostri tempi, oltre che della stagione estiva. Eppure la fede cristiana osa dilatare l'orizzonte della cultura attuale, celebrando l'evento che Maria, una donna viva di vita piena e eterna, è stata accolta nell'intimità della Fonte stessa della vita, che è Dio.

L'assunzione della Vergine rivela la sua piena libertà: Maria non è solo immagine della Chiesa Sposa, ma, nella libertà dell'amore, è il canto di liberazione del mondo attraverso la purezza e la luminosità di una vita dedicata a Dio, nella speranza che vince ogni paura, perfino la morte.

La festa dell’Assunzione ci vuole ricordare che dobbiamo sempre alzare lo sguardo verso l'alto, guardare a mete più tangibili nella certezza dell'eternità. Soltanto se accettiamo di vivere nella speranza e nella fede, troveremo la capacità di vivere nella gioia e pienezza la nostra esistenza. Come Maria, apriamo i nostri cuori allo Spirito: rendiamo piena la nostra vita dell'esultanza di Dio.

La devozione mariana si è celebrata anche quest’anno in Via Tamarix, con i festeggiamenti inseriti nelle celebrazioni della Rettoria “Stella Maris” di Montedarena. Come tradizione, il simulacro di Maria è stato condotto in processione lungo via Tamarix fino a raggiungere il luogo di imbarco per l’avvio della processione al mare in navigazione fino a Montedarena. Don Mimmo Pagliarulo, Rettore della chiesa Stella Maris di Montedarena, ha guidato la processione ed ha celebrato la Santa Messa sugli scogli.

 


 

RICORDO  DEL 15 AGOSTO 2012

Benvenuti in Via Tamarix. Anche quest’anno siamo riuniti per festeggiare la ricorrenza dell’Assunzione della Vergine Maria alla gloria celeste, inserita nei rituali della Rettoria “Stella Maris” di Montedarena.

In tutti questi anni, la gioia e la dedizione nell’organizzare e contribuire a questa festa mariana, è accresciuta e si è rinforzata, quasi paragonabile alla crescita costante degli alberi che circondano la nostra “Madonna dello Scoglio”.

Un ringraziamento a tutti i presenti, alle Autorità cittadine intervenute, il Sindaco e i componenti del Consiglio Comunale di Pulsano, il Comandante della Polizia Municipale di Pulsano. Ringraziamo la Pro Loco di Pulsano per il patrocinio della manifestazione.

Un ringraziamento particolare alla ditta Piccinni di Pulsano che ha realizzato ed ha donato una nuova teca di vetro per la nostra “Madonna dello Scoglio”.  Una protezione necessaria per custodire la Statua cara a tutti noi, situata in un luogo dove tutti possono passare, osservarla e fare un saluto o una preghiera. Insomma, è un simbolo per tutti, ed è lì dove tutti possono trovarla.

 


 

RICORDO DEL 15 AGOSTO 2011

Il 15 agosto si celebra una festa che dona una luce altamente spirituale all’intera stagione estiva: l’Assunzione della Beata Vergine Maria. La definizione dogmatica, pronunciata da Pio XII nel 1950, dichiarò il carattere unico della santificazione di Maria, assunta in corpo e anima nella gloria del cielo e raggiunse Dio e in Dio, è fulgida Regina del cielo e della terra.

Nel testimoniare l’amore per la B.V. Maria e mantenere viva la consolidata tradizione, gli abitanti di via Tamarix, hanno offerto anche quest’anno un sentito e gioioso contributo ai festeggiamenti locali della ricorrenza, organizzati dalla Rettoria Maris Stella di Montedarena. Quest'anno non ci ha allietato della sua presenza don Vittorio BASILE, ma sappiamo tutti quanto questa festività e questa tradizionale festa di Via Tamarix sia nel suo cuore, e quanto lui stesso è nei nostri cuori.

Alle ore 18.00 i festeggiamenti sono stati aperti con l’emozionante processione del simulacro della Madonna Stella Maris di Montedarena, che ha percorso via Tamarix guidata da don Cosimo Monopoli, con l'accompagnamento del gruppo bandistico L. Colizzi Città di Pulsano. Una volta raggiunto il piazzale intitolato al Sacerdote don Vittorio BASILE, ha preso la parola don Cosimo Monopoli che ha ringraziato per la partecipazione tutti i fedeli e le Autorità intervenute tra cui il Sindaco di Pulsano e rappresentanti dell'Amministrazione Comunale, il Comandante la Polizia Muncipale, e ha rivolto un doveroso pensiero a don Vittorio che quest'anno non ha guidato la manifestazione. Dopo il breve discorso, la processione si è mossa dal luogo in cui è situata la Madonna dello Scoglio e ha proceduto fino al punto di imbarco dove si avviata la tradizionale staffetta con la processione via mare, che dopo qualche ora ha riportato il Simulacro nella chiesa di appartenenza.

Durante la navigazione lungo il litorale, la processione al mare si è avvicinata nelle adiacenze degli scogli di via Tamarix, per consentire ai fedeli di manifestare la gioia di un ultimo saluto rivolto al Simulacro: uno spettacolo di gran fascino che mette in risalto ogni anno quella cornice incantevole di intensi colori del nostro meraviglioso mare.

Dopo l’allontanamento delle imbarcazioni, al calar della sera, i fedeli si sono radunati nei pressi del piazzale per assistere a una suggestiva Santa Messa all’aperto, officiata da don Cosimo.

 

PREGHIERA PER LA MADONNA DELLO SCOGLIO (di Ciro DI LAURO)


 

RICORDO  DEL 15 AGOSTO 2009:

Il giorno 15 agosto la Chiesa festeggia l’Assunzione della Vergine Maria, che non conosce la corruzione del sepolcro, ma viene Assunta in anima e corpo al Cielo. Per il credente è un richiamo a non lasciarsi ingoiare da una cultura tesa verso le realtà terrene, ma a vivere nella fede e nella convinzione di avere accanto una Madre che ci da sicurezza e forza nel cammino.

Le celebrazioni di Via Tamarix, rinnovano ogni anno la gioia nei nostri cuori nel santificare degnamente la Beata Vergine Maria, ma quest’anno hanno un significato speciale, perché la Santa Messa sugli scogli sarà celebrata contemporaneamente da Don Vittorio Basile e da don Cosimo Monopoli, due sacerdoti che hanno dato un contribuito importante alla storia di questa festa.

Don Vittorio, da tanti anni celebra la suggestiva Santa Messa sugli scogli, sempre con maggiore dedizione e gioia, da quando volle accogliere, tanti anni fa, un intimo desiderio di fede manifestato dai residenti, e rivolto sostanzialmente alle proprie famiglie. Con il passare degli anni una sempre crescente partecipazione di fedeli ha condiviso questo desiderio di venerare l’Assunta in Via Tamarix.

Don Cosimo, negli anni in cui fu parroco della rettoria Maris Stella di Montedarena, consentì un importante allargamento e maggiore visibilità della festa di via Tamarix, approvando che questa festa fosse inserita nei più ampi festeggiamenti della Rettoria Maris Stella di Montedarena. I Rettori suoi successori, don Pompilio Pati e don Mimmo Pagliarulo, hanno confermato questa scelta.

Quest’anno, inoltre, le celebrazioni di via Tamarix sono state inserite nel già ricco programma estivo della Pro Loco di Pulsano, pertanto porgiamo un attestato di gratitudine alla Presidente della Pro Loco di Pulsano, Dina Turco, che con grande entusiasmo ha voluto patrocinare i festeggiamenti.

Si ringraziano per l'attenzione mostrata, i rappresentanti dell'Amministrazione Comunale di Pulsano, che già dallo scorso anno ci hanno fatto pregio di intervenire nella presenza del suo primo cittadino avv. Giuseppe Ecclesia e del Comandante della Polizia Municipale.

Infine con grande emozione ringraziamo quanti hanno aderito a questa festa e l’hanno resa sempre più bella. Nel nostro cammino di fede, la venerazione Mariana unisce da oltre un decennio tante famiglie della nostra strada, accomunate dal desiderio e dalla forte volontà di festeggiare degnamente la gloria della Beata Vergine Maria.

 

La cerimonia

La solennità dell’Assunzione di Maria Vergine al cielo, si festeggia al centro delle vacanze estive. La felice collocazione nel calendario, vede, tra mille iniziative popolari, la partecipazione più numerosa e convinta di qualsiasi altra festa mariana. Questa festa rappresenta un segno della bellezza e della sapienza di quel Dio che un giorno gusteremo in pienezza, e l’invito a mettere la nostra vita in sintonia con tale prospettiva, aiutati anche dall’armonia del creato. Il traguardo delle nostre fatiche terrene non può essere la morte definitiva ed il nulla, bensì la pienezza della vita e della realizzazione umana.

 Anche quest’anno si celebra in via Tamarix la devozione al “segno luminoso e gioioso della donna vestita di sole, risplendente di luce”. La cerimonia mariana si rinnova attraverso il contributo concreto della gente del luogo, ed è inserita nei festeggiamenti della chiesa “Maris Stella” di Montedarena, organizzati dal Rettore don Mimmo Pagliarulo.

La processione muove per portare in spalla il simulacro “Maris Stella” lungo via Tamarix, accompagnati dal gruppo bandistico “G. Verdi” di Pulsano. Dopo una breve sosta nei pressi del sito dove è posta la “Madonna dello Scoglio”, la processione raggiunge il luogo di imbarco, per la successiva navigazione lungo tutto il litorale pulsanese.

Avviata la processione al mare, nei pressi del luogo dove è posta la “Madonna dello scoglio” viene officiata la S. Messa, immersi nei colori e nei profumi del nostro mare.

 

Le tradizioni di una festa

  Il 15 agosto rappresenta la festa più antica e solenne in onore della Vergine Maria, ma come per altre celebrazioni, la festa religiosa si è sovrapposta a una festa pagana: il ferragosto. Quest’ultimo, risale al 18 a.c. quando Augusto, il primo imperatore di Roma,  istituì le "Feriae Augusti" (feste di Augusto) in onore degli dei, e di sè stesso. L'attuale Festa dell'Assuzione trae origine da queste "feriae" e dal trapianto di un'altra celebrazione dell’Oriente: quello della dea siriana Atagartis, che veniva celebrata a metà agosto. Con l'avvento del Cristianesimo la dea “diventò” la Madre di Dio, il cui corpo non aveva subìto corruzione dopo la morte, e il suo culto cominciò a diffondersi nel mondo. Infine, nel 1950 papa Pio XII proclamò solennemente come dogma di fede la dottrina dell’Assunzione, stabilendo come verità divinamente rivelata che, con l’anima di Maria Vergine, fu assunto in cielo anche il S. corpo. L’Assunzione rappresenta l’esaltazione della gloria della Madre di Dio, che conclude la missione terrena con un segno di speranza.

Nei nostri giorni, in una epoca in cui dominano le ragioni e seduzioni della vacanza, si rivela forte la devozione alla Madonna, festeggiata con le più disparate celebrazioni: in Italia non c’è città o paesino che non abbia tradizioni legate al culto mariano.